Presentazione Bando Poli Innovazione Piemonte - Linea B - Documentazione

26 gennaio 2017

Bando Poli di Innovazione – Linea B "Agevolazioni per progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, riservate alle imprese valdostane mai associate ai Poli"

Presentato il nuovo bando per progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, riservato alle imprese mai associate ai Poli di Innovazione piemontesi, al quale possono partecipare anche le imprese valdostane.

Il 23 gennaio 2017 l'Assessorato delle Attività Produttive, energia e politiche del lavoro, in collaborazione con la Chambre Valdôtaine des entreprises et des activités libérales - Sportello SPIN2 e con il supporto di Confindustria Valle d'Aosta, hanno organizzato un incontro per illustrare il nuovo bando piemontese "Poli di Innovazione - Linea B. Agevolazioni per progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, riservate alle imprese mai associate ai Poli" al quale possono partecipare anche le imprese valdostane invirtù dell'Accordo quadro, stipulato il 29 gennaio 2016, tra la Regione Valle d'Aosta e la Regione Piemonte.

L'iniziativa si inserisce nelle attività di supporto all'implementazione, al monitoraggio e alla comunicazione della strategia di specializzazione intelligente, finanziate dalla Regione Autonoma Valle d'Aosta nell'ambito del Programma Operativo FESR 2014/2020.

La Regione Valle d'Aosta rende disponibile una dotazione finanziaria pari a 1 milione di euro.

Le domande di agevolazione si potranno presentare, a partire dalle ore 09:00 del giorno 1° febbraio 2017 e  fino alle ore 17:00 del giorno 30 marzo, compilando il modulo telematico disponibile al seguente link.

I beneficiari sono le micro, piccole, medie e grandi imprese, che alla data di apertura del presente bando non devono mai essere state associate ai Poli di innovazione piemontesi, compresi quelli attivati nel corso della precedente programmazione POR-FESR Piemonte 2007-2013.

Si evidenzia che per partecipare al presente bando non è richiesto un numero minimo di dipendenti e che le imprese partecipanti devono essere iscritte al registro delle imprese della Camera di Commercio da almeno due anni e devono possedere almeno due bilanci chiusi ed approvati. Si richiama l'attenzione, inoltre, sui requisiti economico-finanziari e patrimoniali, dei quali l'azienda deve essere in possesso, previsti all'Allegato 3 del bando in oggetto.

I progetti dovranno essere coerenti con i settori individuati dalla strategia di specializzazione intelligente regionale (S3) e dovranno rientrare all'interno delle seguenti aree tematiche (per maggiori dettagli si rimanda all'allegato Aree Tematiche):

  • SMART PRODUCTS AND MANUFACTURING
  • GREEN CHEMISTRY AND ADVANCED MATERIALS
  • ENERGY AND CLEAN TECHNOLOGIES
  • ICT
  • AGRIFOOD
  • TEXTILE
  • LIFE SCIENCES

Si rimarca che ciascuna impresa proponente dovrà presentare unitamente alla domanda e quale documento obbligatorio a pena di inammissibilità, una attestazione del Soggetto Gestore del Polo associato all'area tematica di riferimento circa la coerenza del progetto presentato con la propria Agenda Strategica di Ricerca e la candidabilità dell'impresa all'ingresso nel Polo.

Sono considerati ammissibili i progetti di ricerca e/o sviluppo sperimentale, la cui componente di ricerca sia prevalente rispetto alla componente di sviluppo. I progetti non devono giungere alla fase di produzione e devono essere caratterizzati da un elevato livello di innovatività.

I progetti di ricerca e/o sviluppo sperimentale possono essere svolti singolarmente o in collaborazione.

Per ciascun progetto collaborativo dovrà essere individuato un soggetto Capofila quale unico incaricato di rappresentare la partnership.

Si sottolinea che le imprese valdostane potranno partecipare solamente a progetti in collaborazione rispetto ai quali non possono svolgere il ruolo di Capofila.

Ogni impresa deve sostenere un ammontare di costi pari almeno al 15% del costo totale di progetto.

Gli organismi di ricerca possono partecipare ai progetti esclusivamente in qualità di fornitori di servizi di ricerca contrattuale.

La partecipazione di soggetti al di fuori delle Regioni Valle d'Aosta e Piemonte è ammissibile entro il limite massimo del 15% delle spese totali ammissibili del progetto. Inoltre, nel caso in cui all'interno del raggruppamento fossero presenti delle GI, queste non potranno sostenere complessivamente più del 60% dei costi ammissibili totali del progetto.
Nel caso il raggruppamento sia composto da sole MPMI, il progetto deve avere un importo minimo di investimento pari a 300 mila euro, che si eleva a 600 mila euro nel caso in cui partecipi almeno una GI.

La misura prevede l'erogazione di un contributo alla spesa fino ad una percentuale massima, calcolata sulle spese ammissibili del progetto come indicato di seguito:

TIPOLOGIA BENEFICIARIO

BASE DI AIUTO

MAGGIORAZIONE PER DIMENSIONE DI IMPRESA

PREMIALITA' PER PROGETTI IN COLLABORAZIONE

ULTERIORE PREMIALITA'*

INTENSITÀ MASSIMA

Piccola Impresa

20%

+20%

+ 15%

+10%

60%

Media Impresa

+10%

50%

Grande Impresa

-

40%

* La premialità può dipendere dal rating di legalità, o dalla presenza di un contratto in favore degli ODR, di ammontare almeno pari al 30% dei costi totali del progetto. In ogni caso le due ipotesi non sono cumulabili.

I progetti finanziati dovranno essere realizzati entro 24 mesi dalla data di concessione del contributo, prorogabili fino a un massimo di 30 mesi.

Durante l'incontro in oggetto, inoltre, erano presenti anche i quattro Poli di innovazione piemontesi, con i quali la Regione Autonoma Valle d'Aosta ha stipulato un accordo quadro finalizzato alla collaborazione nell'ambito della ricerca, dell'innovazione e del trasferimento tecnologico, che hanno illustrato i loro possibili ambiti di intervento:

Le imprese associate, qualora interessate, potranno utilizzare il supporto dell'Hub dell'innovazione per le attività di orientamento e pre-valutazione delle proposte progettuali, nonché per la ricerca di potenziali partner, contattando i seguenti recapiti: hub.innovazione@ui.torino.it e tel. 011/5718.462. 

Per maggiori informazioni si consiglia di visitare il sito della Chambre valdôtaine des entreprises et des activités libérales ove sono disponibili il materiale illustrato nel suddetto incontro di presentazione del bando ed il testo integrale del bando. In alternativa è possibile consultare il sito della Regione Piemonte.

In allegato la versione integrale del bando in oggetto completo di allegati, le aree tematiche interessate e la modulistica necessaria.